Tele5Napoli

REG. TRIBUNALE DI Napoli N  73  DEL  14/07/04 

PRIMA PAGINA

E MAIL   Campaniacronaca@tele5Napoli.it

Campania CRONACA

PAG 0 1 2 3 4 

 

PRODUZIONE TELEVISIVA -EVENTI- SPETTACOLO- VIDEOCLIP   TELE5NAPOLI

 

 

RADIO on air  dalle 17.00 alle 0.30 - PROGRAMMI live di NAPOLI CHE CANTA, NAPOLI CHE CONTA!!!

 

Neonato ritrovato: militari della Garibaldi in Libano fanno festa

 

Caserta 08-06-10  Quando poco dopo la mezzanotte di ieri le televisioni nazionali hanno diffuso la notizia del ritrovamento del piccolo Luca, il figlio del Maresciallo della “Garibaldi” Fabio Cioffi e di Annalisa Fortunato, dalle basi italiane in Libano si è levato un “Vai” beneaugurante con il quale i militari del contingente italiano impegnato nella missione “Leonte 8” hanno inteso salutare il Maresciallo Cioffi, l'amico, il collega di tante missioni di Pace. I militari della brigata bersaglieri Garibaldi di stanza a Caserta inquadrati nella forza dell'Onu dispiegata nel Sud del Libano, l'Unifil, aspettano ora di poter riabbracciare il loro compagno Fabio Cioffi, il maresciallo papà del piccolo Luca rapito e rirovato ieri nell'arco di 12 ore, a Nocera inferiore. Il Maresciallo Cioffi era rientrato in Italia da appena 3 giorni per assistere alla nasciata del suo secondogenito e sarebbe dovuto rientrare in Libano il 14 giugno prossimo. I suoi colleghi hanno condiviso con lui, a distanza, l'angoscia, e poi la gioia del ritrovamento. "Lo aspettiamo per riabbracciarlo, ma di certo non vogliamo mettergli alcuna fretta. Farà tutto con calma, starà vicino alla moglie fino a quando lo riterrà opportuno. Deciderà lui quando tornare", ha affermato il Tenente Colonnello Francesco Tirino, portavoce del contingente italiano dell'Unifil. Il maresciallo Fabio è molto amato dai suoi compagni. “È un ragazzo solare, a cui piace scherzare, con la battuta pronta, e allo stesso tempo è sempre pronto ad aiutare gli altri. È un esperto di computer, con grande esperienza di missioni all'estero. E' stato due volte in Iraq, tre in Kosovo e due in Bosnia", ha aggiunto ancora il colonnello Tirino - “Ora è nel Sud del Libano dal mese scorso, per una missione che terminerà a novembre”. I militari della Brigata Garibaldi alla notizia del rapimento del neonato sono "rimasti sbigottiti, senza parole", dice ancora il colonnello. "Noi siamo soldati, abituati a situazioni di tensione in teatri difficili, ma una storia come questa ci ha lasciati di stucco, inorriditi. Abbiamo trascorso l'intera serata, fino a tardi, assieme al comandante, il generale Giuseppenicola Tota, a seguire i vari telegiornali. Poi, per telefono finalmente ci hanno comunicato che Luca era stato ritrovato. Ed è stata un'esplosione di gioia. Era ormai notte inoltrata, ma la notizia si è diffusa in tutta la base alla velocità della luce. Chi era andato a riposare è stato raggiunto e subito informato, alcuni di noi hanno fatto il giro delle camerate per dirlo a tutti". La brutta avventura del piccolo Fabio risoltasi fortunatamente nel miglio modo possibile rende questa missione, contrassegnata in gergo militare come “Leonte 8”, indimenticabile.

 

Nunzio De Pinto


 

AEROPORTI:CAPODICHINO; CESARO VALUTEREMO OFFERTA F2i

 

Napoli 08-06-10 “Confermo che anche da parte della Provincia di Napoli sono in corso contatti con la  F2i, il Fondo italiano per le infrastrutture, a proposito dell’acquisto delle quote di maggioranza della Gesac che gestisce lo scalo aeroportuale di Capodichino”. Ad affermarlo è il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro che, confermando quanto detto oggi nel Consiglio comunale dal sindaco Rosa Russo Iervolino, ha aggiunto: “Valuteremo nel concreto la proposta del fondo italiano per le infrastrutture alla luce sia  del mantenimento dei livelli occupazionali che dei progetti di sviluppo dell’intera politica aeroportuale nella provincia di Napoli e nella regione”.


 

Accolte cinque istanze per la concessione di stalli personali ai disabili

 

Benevento 08-06-10 La Commissione consultiva per l’esame delle istanze relative alle persone disabili, organismo previsto dal Regolamento comunale e presieduto dall’assessore ai Servizi Sociali, Luigi Scarinzi, nel corso della riunione tenutasi questa mattina ha proceduto all’esame delle istanze pervenute per la concessione degli stalli personali.

Cinque di queste istanze sono state accolte ed è stato, conseguentemente, dato mandato al Settore Mobilità di avviare l’iter amministrativo per il rilascio delle relative autorizzazioni. Altre diciassette istanze sono state, invece, ritenute incomplete e, quindi, verrà richiesta un’integrazione della documentazione già presentata.


 

IL CARDINALE SEPE CONCLUDE IL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI CATTOLICHE

 

Napoli 08-06-10 Domani alle ore 17.00 presso il Palazzo dei Congressi della Stazione Marittima (Molo Angioino – Napoli) si svolge il Forum organizzato dalle Associazioni cattoliche (costituito dalla Cisl di Napoli; da Acli, dalla Compagnia delle Opere Campania, da Confartigianato, da Confcooperative Napoli e dal Movimento Cristiano Lavoratori) su “Lavoro e famiglia. Quali prospettive per il futuro del nostro territorio”.

Ai saluti dell’On. Rosa Russo Iervolino, Sindaco di Napoli, dell’On. Luigi Cesaro, Presidente della Provincia Di Napoli e dell’On. Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania, segue la relazione di Natale Forlani, Portavoce Nazionale Forum delle persone e delle Associazioni di ispirazione cattolica nel mondo del lavoro.

Intervengono:

Gianpiero Tipaldi, Segretario Generale Cisl Napoli;

Pasquale Orlando, Presidente Acli;

Salvatore Del Monaco, Presidente della Compagnia delle Opere della Campania;

Ferdinando Flagiello, Presidente Confcooperative Napoli;

Michele Cutolo, Presidente Provinciale Mcl;

Mario Costanzo, Direttore della Consulta delle aggregazioni laicali – Diocesi di Napoli;

modera Alfonso Ruffo, Direttore de “Il Denaro” conclude S.E. R.ma Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo Metropolita di Napoli.

Le associazioni di ispirazione cattolica nel mondo del lavoro hanno colto l’appello di  Papa Benedetto XVI alla classe dirigente che si ispira alla Dottrina sociale della Chiesa, affinché a livello personale e collettivo si rafforzino e rendano visibili i loro impegni in favore di una rinascita morale, economica e sociale del Paese.

Dare centralità alle persone, rispettando il lavoratore, per  creare le nuove basi per un diverso ciclo di sviluppo sostenibile, più aperto e solidale. Questo l’obiettivo del “Forum delle persone e delle Associazioni di ispirazione cattolica nel mondo del lavoro”. In particolare, il Forum indica due priorità: intervenire per salvaguardare e potenziare il patrimonio di risorse umane e produttive del mondo del lavoro e predisporre interventi in favore delle famiglie, come premessa di una nuova domanda di servizi e occupazione.

È necessario un grande rinnovamento culturale per riconoscere valori di fondo su cui costruire un futuro migliore e realizzare politiche sussidiarie che favoriscano l’educazione e la valorizzazione di ciò che di positivo c’è, contribuendo alla crescita umana e professionale dei giovani. Il forum vuole contribuire a creare un clima di coesione sociale teso al bene comune, che rimetta al centro la persona, sinceramente protesa a cercare nella fatica del vivere un senso pieno della vita.


 

CON LA DROGA IN CASA, ARRESTATO             

Agropoli (SA) 08-06-10 I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, nella giornata di ieri, hanno tratto in arresto SQUILLARO Antonio, 39enne nato a Civitavecchia e residente a Castellabate, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari della Stazione di Santa Maria di Castellabate, nel corso di uno specifico servizio predisposto per contrastare il fenomeno di spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno dato luogo a diverse perquisizioni domiciliari e, nella mattinata del 7 giugno, hanno fatto visita presso l’abitazione di SQUILLARO.

Alla vista dei militari, l’uomo ha iniziato a sudare freddo poiché era consapevole che il cerchio stava per chiudersi intorno a lui. Infatti, durante la perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti circa 2 chili di sostanza stupefacente verosimilmente tipo marijuana, già suddivisi e confezionati in sette buste sigillate, nonché alcuni vasi contenenti olio di cannabis (nella foto).

Visti gli elementi a suo carico e contattato il Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, per SQUILLARO si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Salerno Vallo, dove vi rimarrà a disposizione dell’A.G. competente.

Tutta la sostanza stupefacente, insieme al materiale utilizzato per il confezionamento, è stato posto sotto sequestro.


OGGI IN PRIMO PIANO

 

 

 

Videoprogrammi

 

BREVI  Campania CRONACA

 

Venerdì alle ore 12 l’inaugurazione di Largo Manfredi di Svevia

 

Benevento Sarà inaugurato venerdì 11 giugno alle 12 Largo Manfredi di Svevia, area a nord del Teatro Romano compresa tra piazza Manfredi di Svevia e via degli Orti, oggetto di un intervento di riqualificazione ambientale. A darne notizia è l’assessore alle Opere Pubbliche del Comune di Benevento, Aldo Damiano.

Alla cerimonia di inaugurazione interverranno il sindaco, Fausto Pepe, e l’assessore alle Opere Pubbliche, Aldo Damiano.


 

Al via la raccolta differenziata presso il Cimitero comunale

 

Benevento Sarà presentato giovedì 10 giugno alle 10, presso la sede del IV Settore – Servizi Sociali del Comune di Benevento - in viale dell’Università, il nuovo servizio di raccolta differenziata della frazione vegetale dal secco non riciclabile all’interno del cimitero comunale.

Interverranno l’assessore alle Politiche Sociali Luigi Scarinzi e il direttore tecnico dell’ASIA Benevento S.p.A., Massimo Romito.


Home

Radio web

Si parla di noi

Videoprogrammi 

Vedi video 

Templari 

4 Gomme

Sottorete

I nostri amici: Napoli che canta

Napoli che ride

  Recensioni cinema e teatro

Racconti

Poesie e favole

Pantarei

Utility

La mia città 

     Medicina 24 ore

Art page

Mare, musica e vacanze

Elenco Corecom

Elenco televisioni

I nostri amici

Libero scambio

Chat

Links


ANCORA UN BLITZ CONTRO I FALSI INVALIDI

 

Napoli 08-06-10 Questa notte i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno tratto in arresto 9 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato al fine di ottenere pensioni di invalidità per inesistenti handicap e, vario titolo, anche di tentata estorsione.

Nel corso di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica partenopea i militari dell’Arma hanno scoperto l’esistenza di altri falsi invalidi che percepivano indebitamente le pensioni di invalidità.

Manette anche per il direttore amministrativo di una municipalità di Napoli e notifica in carcere del provvedimento ai 3 organizzatori del gruppo criminale, già arrestati nel dicembre 2009 nelle prime fasi dell’indagine.


 

PROVINCIA DI NAPOLI VERSO UN BILANCIO DI RIGORE

 

Napoli 08-06-10 “La ridotta autonomia finanziaria non impedirà alla Provincia di affrontare scelte strategiche e concrete politiche di intervento, che sono alla base delle scelte effettuate nella predisposizione del bilancio di previsione 2010 – 2012”. Lo ha dichiarato il Presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro al termine della seconda giornata del Consiglio provinciale dedicata alle tematiche inerenti il bilancio.

“E’ ovvio che siano stati dati segnali chiari austerità ,  in un momento in cui la crisi globale impone particolare attenzione ai conti dello Stato e degli enti locali. In tale ottica -  ha continuato il Presidente Cesaro –  abbiamo ridotto di mezzo milione di euro  i fondi a disposizione del PEG (Piano Esecutivo di Gestione) per le spese relative alla presidenza, rispetto a quello del mio predecessore”.

 Tre le “mission” principali della Provincia di Napoli nel bilancio di previsione 2010 – 2012: la manutenzione della rete stradale, la scuola, l’ambiente.

 “Oltre agli interventi di manutenzione della rete viaria e la valorizzazione dell’edilizia scolastica - ha poi sottolineato l’assessore al Bilancio Armando Cascio -  voglio segnalare la particolare attenzione data dall’amministrazione agli  incentivi ai comuni per la raccolta differenziata e le isole ecologiche e agli interventi di sensibilizzazione per l’uso razionale dell’energia e lo sviluppo di fonti alternative”.

“Tutto ciò nonostante la ridotta autonomia finanziaria che caratterizza l’Ente. Su un totale di entrate di oltre 468 milioni di euro – ha continuato l’assessore Cascio -  poco meno del 50% è rappresentato da trasferimenti correnti da parte dello Stato, Regione ed altri enti del settore pubblico. Sul fronte delle spese gravano purtroppo – ha concluso Cascio -  ancora scelte strategiche effettuate nel passato , con particolare riguardo all’onere connesso alla partecipazione  nella società CTP di cui fu deliberata l’acquisizione  dell’intera partecipazione sociale liberando il Comune di Napoli, e conseguentemente, accollando alla Provincia,  il 50% della perdita della società fino a quel momento coperta dallo stesso Comune di Napoli”.

Il consiglio provinciale,dopo la sospensione tecnica di questo pomeriggio, riprenderà venerdì mattina con la discussione della rimanente parte degli emendamenti  e si chiuderà con la votazione del bilancio.


 

carabinieri 24 ORE  08-06-10

VILLA LITERNO (CE)

 

IERI, NELLA TARDA SERATA, IN VILLA LITERNO (CE), NELL’AMBITO DEI SERVIZI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO, I MILITARI DELLA STAZIONE CARABINIERI DI VILLA LITERNO HANNO TRATTO IN ARRESTO IN FLAGRANZA DI REATO FABOZZI GIUSEPPE, NATO A NAPOLI (CE), IL 02.07.1974, RESIDENTE IN VILLA LITERNO, CONIUGATO, CENSURATO, SORVEGLIATO SPECIALE CON OBBLIGO DI SOGGIORNO, POICHE' SI E’ RESO RESPONSABILE DELLA VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI IMPOSTI DALLA SORVEGLIANZA SPECIALE. NELLA CIRCOSTANZA DURANTE UN CONTROLLO STRADALE IL FABOZZI E’ STATO FERMATO ALLA GUIDA DI UN AUTOVEICOLO PRIVO DI PATENTE DI GUIDA, IN QUANTO REVOCATAGLI IN DATA 07.07.2008 CON DECRETO DEL PREFETTO DI CASERTA, E PER TALE MOTIVO DEFERETO IN STATO DI LIBERTA’ PER GUIDA CON PATENTE REVOCATA ED ARRESTATO PER AVERE VIOLATO GLI OBBLIGHI DELLA SORVEGLIANZA SPECIALE.

 

CASAL DI PRINCIPE (CE)

 

OGGI, ALLE ORE 16.00 CIRCA, IN CASAL DI PRINCIPE (CE), I MILITARI DELLA LOCALE STAZIONE CARABINIERI, IN ESECUZIONE DI UN ORDINE DI CARCERAZIONE EMESSO DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE) - UFFICIO ESECUZIONI PENALI, HANNO TRATTO IN ARRESTO CAPASSO ORESTE, NATO A SANTA MARIA CAPUA VETERE, IL 09.06.1985, RESIDENTE IN CASAL DI PRINCIPE, PREGIUDICATO, DOVENDO ESPIARE UNA PENA DEFINITIVA DELLA RECLUSIONE DI ANNI 2 MESI 9 E GIORNI 25, POICHE' GIUDICATO COLPEVOLE DI RAPINE COMMESSE  NEL MARZO 2006 IN SAN MARCELLINO (CE), E NEL NOVEMBRE 2006 IN FRIGNANO (CE) ED AVERSA (CE). L’ARRESTATO E’ STATO ASSOCIATO PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE.

 

BENEVENTO

 

QUESTA MATTINA, INTORNO ALLE ORE 05.00, I CARABINIERI DELL’ALIQUOTA RADIOMOBILE DI BENEVENTO HANNO ARRESTATO PER FURTO AGGRAVATO IN CONCORSO, RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE, POSSESSO DI ARNESI ATTI ALLO SCASSO E GUIDA SENZA PATENTE MAKSUTI NEXHBEDIN, CITTADINO ALBANESE DELL’83, RESIDENTE A SANTA MARIA CAPUA VETERE, DOVE È SPOSATO CON UNA CITTADINA ITALIANA, GIÀ NOTO ALLE FORZE DELL’ORDINE. L’UOMO È STATO INTERCETTATO DAI MILITARI DI BENEVENTO LUNGO LA SS 88, NEI PRESSI DELLA LOCALITÀ ZINGARA MORTA, MENTRE FACEVA RIENTRO DA UNA SERIE DI INCURSIONI IN ABITAZIONE CONSUMATE TRA BARANELLO E VINCHIATURO ASSIEME AD ALTRI COMPLICI IN CORSO DI IDENTIFICAZIONE. LA SCORRIBANDA DEI LADRI HA COLPITO QUATTRO ABITAZIONI DELLA PROVINCIA MOLISANA DOVE SONO STATE RUBATE ALTRETTANTE VETTURE, ELETTRODOMESTICI, DENARO ED ALTRI BENI; L’ALLARME È STATO DATO DA UNA DELLE VITTIME AVVEDUTASI DELL’INTRUSIONE. L’IMMEDIATA BATTUTA AVVIATA DAI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI BOJANO HA MESSO IN FUGA I MALVIVENTI CHE  SI SONO POLVERIZZATI SUL TERRITORIO A BORDO DI QUATTRO DIFFERENTI AUTO (UNA DELLE QUALI È L’AUDI A4 RUBATA IERI NOTTE A SANT’ANGELO A CUPOLO) . UNO DI LORO, INTERCETTATO DAI CARABINIERI MOLISANI NEI PRESSI DI SEPINO, HA ABBANDONATO L’AUTO RIUSCENDO A DILEGUARSI NELLE CAMPAGNE CIRCOSTANTI, ALTRI DUE DELLA CAROVANA HANNO FATTO LO STESSO. SOLO NEXHBEDIN, A BORDO DI UN FURGONE FIAT DOBLÒ È RIUSCITO A PROSEGUIRE LA MARCIA CON IL MEZZO, FACENDO PERDERE LE PROPRIE TRACCE. UNA VOLTA SULLA SS 88, L’UOMO AVRÀ SICURAMENTE TIRATO UN SOSPIRO DI SOLLIEVO, CREDENDO DI ESSERE USCITO DALLE MAGLIE DEL DISPOSITIVO CHE ERA STATO ATTIVATO PER LA LORO RICERCA E CREDENDO DI POTER GUADAGNARE LA TELESINA IN POCHI MINUTI E FARE RIENTRO A SANTA MARIA CAPUA VETERE, SENZA PERÒ IMMAGINARE CHE PROPRIO LUNGO LA SS 88 UNA PATTUGLIA DI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI BENEVENTO. UNA VOLTA INTERCETTATO IL FURGONE ALL’ALTEZZA DELLA LOCALITÀ ZINGARA MORTA, È COMINCIATO L’INSEGUIMENTO; L’UOMO HA PROCEDUTO A FORTE VELOCITÀ ZIGZAGANDO PER NON FARSISUPERARE E BLOCCARE DALLA GAZZELLA. UNA VOLTA NEI PRESSI DELLA ZONA INDUSTRIALE DI BENEVENTO IL FURGONE HA LASCIATO LA SS 88 PROSEGUENDO PER LE STRADE INTERPODERALI DELLA ZONA. ARRIVATO IN LOCALITÀ OLIVOLA CON I CARABINIERI ANCORA AGGANCIATI, L’UOMO HA ABBANDONATO IL MEZZO E SI È DATO ALLA FUGA PER LE CAMPAGNE. INIZIATIVA CHE, IN QUESTO CASO, NON HA PRODOTTO IL RISULTATO SPERATO, INFATTI I MILITARI NON SI SONO DATI PER VINTI ED HANNO PROSEGUITO L’INSEGUIMENTO A PIEDI. DOPO QUASI DUE KILOMETRI DI CORSA CAMPESTRE IL LADRO HA CAPITOLATO ED È STATO ARRESTATO. ALL’INTERNO DEL FURGONE RUBATO I MILITARI HANNO RINVENUTO UN TELEVISORE A SCHERMO PIATTO DA 52”, ASPORTATO IN UNO DEI RAID DELLA NOTTE ED UN CACCIAVITE LUNGO CIRCA 40 CM, UTILE PER FORZARE PORTE E FINESTRE. INTERESSANTE ANCHE L’EQUIPAGGIAMENTO DEL LADRO (NELLA FOTO): GUANTI IN GOMMA PER NON LASCIARE IMPRONTE E SCARPE PANTOFOLE CON SUOLA IN PARA PER NON FARE RUMORE. L’UOMO È STATO RISTRETTO PRESSO IL CARCERE DI CAPODIMONTE A DISPOSIZIONE DELL’A.G. (P.M. DI TURNO DOTT. TARTAGLIA)

 

 

Napoli, via partenope

 

I carabinieri della stazione quartieri spagnoli hanno arrestato in flagranza di reato per tentata estorsione galdieri pasquale, 56 anni, residente a sant’antimo in via silvio pellico, gia' noto alle ffoo. Esercitando abusivamente l’ attivita’ di parcheggiatore su via partenope l’uomo si e’ avvicinato pretendendo 2 euro da un 33enne che aveva parcheggiato la sua auto minacciando il danneggiamento del veicolo in caso di rifiuto.

L’arrestato e’ in attesa di rito direttissimo.

 

Napoli, vomero

 

I carabinieri del nucleo operativo della compagnia vomero hanno tratto in arresto su ordinanza di custodia cautelare emessa il 31 maggio dal gip di napoli incoronato maurizio, 37 anni, domiciliato in via montagna spaccata, gia' noto alle ffoo. Nel corso di attivita’ investigativa l’uomo e’ stato identificato, prima attraverso il sistema informatico web-lase e successivamente durante individuazioni di persona, quale l’autore delle seguenti rapine aggravate perpetrate con il volto parzialmente travisato ed armato pistola nel quartiere vomero ai danni di:

- il 5 novembre 2009, su via orsi, ai danni di una 27enne di napoli alla quale aveva portato via il telefonino e la somma di 40 euro in denaro contante;

- il 18 novembre 2009, in via solimena, ai dfanni di un 53enne di napoli al quale aveva portato via 2 telefonini e la somma di 550 euro in denaro contante;

- il 7 novembre 2009, in via caldieri, ai danni di una 58enne di napoli alla quale aveva portato via il telefonino e la somma di 20 euro in denaro contante. L’arrestato e’ stato tradotto nella casa circondariale di poggioreale.

 

Napoli, scampia

 

In via ghisleri, i carabinieri del nucleo radiomobile di napoli hanno tratto in arresto in flagranza di reato spina vincenzo, 24 anni, residente a vaserta sul viale delle querce e bruno francesco, 33 anni, residente a caserta nella stessa strada del complice, entrambi gia' noto alle ffoo e resisi responsabili di rapina e sequestro di persona. In via marconi di falciano di caserta, lasciando intendere di essere armati di pistola, hanno bloccato un 19enne di caserta mentre transitava a bordo della sua fiat 600 e lo hanno aggredito e sequestrato obbligandolo a portarli a napoli, in via ghisleri, ove hanno tentato di rapinarlo. La vittima e’ riuscita ad attirare l’attenzione di una pattglia dei cc che stava transitando nella zona durante un servizio di controllo del territorio. I cc sono intervenuti riuscendo a bloccare i 2 malviventi dopo breve inseguimento ed a liberare il sequestrato. Gli arrestati sono stati tradotti nella casa circondariale di poggioreale.

A scampia i carabinieri della stazione di marianella hanno tratto in arresto per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti grammegna marianna, 18 anni, della zona, incensurata. La giovane e’ stata sorpresa nei pressi di una “piazza di spaccio” nel complesso di edilizia popolare del “lotto h”. Era a bordo di una peugeot 107, poi sequestrata, ed allo scopo di sottrarsi al controllo non ha ottemperato all’alt intimatole tentando la fuga lungo via labriola ma venendo raggiunta e bloccata dopo breve inseguimento. Le conseguenti perquisizioni, personale e del veicolo, hanno portato al sequestro di ben 690 involucri contenenti 250 grammi circa di kobrett, di 340 grammi di crack e di 100 grammi di cocaina mentre nel corso di successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti e sequestrati 948 involucri contenenti 600 grammi di kobrett e 348 grammi di cocaina. L’arrestata e’ stata tradotta nella casa circondariale di pozzuoli.

 

Giugliano in campania

 

A giugliano, nel corso di indagini sul fenomeno delle rapine agli istituti di credito, i carabinieri della locale aliquota operativa dopo prolungati e ripetuti servizi di ricerca ed osservazione hanno rintracciato e sottoposto a fermo per rapina a mano armata del franco salvatore, 23 anni, residente a giugliano in campania, operaio, incensurato, pezzurro alessandro, 20 anni, residente a giugliano in campania in via epitaffio, gia' noto alle ffoo per reati specifici e iaione luigi, 21 anni, residente a giugliano in campania, incensurato. Tutti sono gravemente indiziati di aver preso parte alla rapina perpetrata il 20 aprile alla filiale della “cassa di risparmio di ravenna” di modena in via vignolese: i tre, 1 armato di taglierino (il del franco) avevano fatto irruzione nell’istituto di credito e minacciato un addetto alle casse portando via la somma in denaro contante di 6.715 euro. Dopo le formalità di rito i fermati sono stati associati alla casa circondariale di poggioreale.


 

 

Campania CRONACA      PAG 0 1 2 3 4

PRODUZIONE TELEVISIVA -EVENTI- SPETTACOLO- VIDEOCLIP   TELE5NAPOLI

Videoprogrammi