PsicologiA clinica : la sindrome ansioso-depressiva

 

Clinicamente si definisce come una sindrome psicoemotiva, facente parte  dei disturbi dell' umore , caratterizzata da alterazioni del tono dell' umore  in senso depressivo con sintomi psicomotori (rallentamento psicomotorio , difficolta' a concentrarsi , agitazione e anadonia  che consiste  nella maracata  diminuzione  nel trarre piacere  dalle abitudini quotidiane), somatiche (astenia, cefalea, insonnia ,disturbi gastrointestinali ,) e  neuroendocrine  ; ne consegue  una riduzione complessiva  del profilo della vita quotidiana del soggetto con ridotta efficienza o inabilita' lavorativa  IL DSM -IV  DIFFERENZIA I DISTURBI DELL' UMORE  DAGLI EPISODI ISOLATI DI patologica alterazione dell' umore . Questi ultimi sono . - episodio depressivo maggiore -episodio maniacale- episodio ipomaniacale -episodio misti -disturbo depressivo disturbo bipolare - disturbo dell' umore dovuto a condizione  medica - disturbo dell' umore dovuto da sostanze - fattori psicologici pe la depressione  sono : ridotta autoconsiderazione , angoscia , e evento infaustonon risolti; scarsa capacita' di apprendimento ; poca considerazione  alla socialita' (solitudine); dipendenza psicologica dagli altri ; ansia .

Fatto  questo inquadramento clinico, specificando che la diagnostica differenziale e' di competenza nei gradi piu' severi dello psichiatra, e che la differenziazione delle varie forme  e la loro clinica non e' stata fatta poiche ' di interesse medico, la terapia  puo' essere sia mediante ausili della medicina convenzionale - ufficiale , ma pu˛ servirsi  come ausilio anche della terapia  integrativa ( omeopatia, omotossicologia, agopuntura ,medicina tradizionale cinese .ecc...
Senza voler entrare nello specifico delle varie terapie , si puo dire che la medicina ufficiale si serve dei farmaci ansiolitici ( serotoninergici ecc, delle varie tecniche  di psicoterapia (terapia cognitiva, psicoterapia familiare , psicanalisi, terapia centrata sul paziente ecc...) integrate fra loro, sempre pero' di competenza di  medici psicoterapeuti esperti.
La terapia integrativa - non convenzionale , si serve di farmaci omeopatici, omotossicologici , agopuntura ecc..naturalmente  e' importante sottolineare che  e' essenziale soprattutto la diagnosi differenziale  non sottovalutando i sintomi;  dopo questo si ritiene che nelle forme lievi, sempre dal medico esperto nelle varie tecniche  integrative , si possa far uso di queste oltre ad essere integrative alla terapia ufficiale . La diagnostica differenziale e l'uso delle terapie piu' efficaci nel caso e' importante  anche perche' ci possono essere risvolti di responsabilita' professionale  ( nel caso  di suicidio o altri problemi per inadeguato trattamento..), che la giurisprudenza riporta  anche frequentemente a carico di psichiatri oltre che di medici. Il medico deve conoscere  i trattamenti piu' efficaci per le varie patologie ed attuarli aggiornandosi acquisendo il consenso - questo vale per tutte le discipline..- , questo per fini etici che per i risvolti di responsabilitÓ' civile e penale. Tale sindrome e' importante anche nel caso di mobbing, stalking ,potendo manifestarsi in seguito a tali eventi.


Cav O.M.R.I. DR ANTONINO AURILIO
MEDICO SPECILISTA IN IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA  - LEGITTIMATO IN PSICOTERAPIA ESPERTO IN PROGRAMMAZIONE NEUROLINGUISTICA - PSICOTERAPIA STRATEGICA BREVE - C.F. CRIMINOLOGIA FORENSE - CTU  CIVILE E PERITO PENALE TRIBUNALE S.MARIA C. VETERE- SPECIALISTA IN CHIRURGIA ESPERTO IN OMEOPATIA OMOTOSSICOLOGIA E TERAPIE INTEGRATE............